22 Agosto 2022

Curiosità storiche e presenti

Ormai tutti sappiamo che l’inflazione è in netto rialzo.
Bisogna fare però molta attenzione su questo argomento perché c’è inflazione ed inflazione.
L’inflazione può essere determinata dal lato della domanda e dal lato dell’offerta.
Un’inflazione alimentata dal lato della domanda significa che c’è una maggiore liquidità (velocità di moneta) alimentata da una economia che “gira”. Una situazione in cui tutti lavorano, guadagnano di più e quindi sono più propensi a spendere, chiedere prestiti e di conseguenza dal lato dell’offerta aumentano i prezzi.
Per chiarire meglio questo aspetto riportiamo un estratto da wikipedia:
“Se, per esempio, in un'economia molto piccola, in cui ci sono solo 50 euro in tutto, un contadino (dotazione iniziale: 10 euro) e un meccanico (dotazione iniziale: 40 euro) acquistano, nel corso di un anno, merci e servizi l'uno dall'altro nelle tre seguenti transazioni:
il meccanico compra grano dal contadino per 40 euro;
il contadino spende 50 euro per far riparare il trattore dal meccanico;
il meccanico acquista un gatto dal contadino per 10 euro;
allora 100 euro hanno cambiato mano nel corso dell'anno, sebbene ci siano solamente 50 euro in questo piccolo sistema economico.

Questo livello di 100 euro è possibile poiché ciascun euro è stato speso in media due volte nell'anno; ciò equivale a dire che la velocità della moneta è stata pari a 2/anno”
Al contrario di quello che si possa quindi pensare, un’inflazione che aumenta moderatamente è sintomo salutare di una economia che cresce. Tanto è vero che la BCE, per esempio, ha come target una inflazione del 2% annuo.
Nell’attuale situazione però le cose stanno in modo diverso.
L’aumento dell’inflazione non è stato generato da una economia in salute, bensì da una serie di problematiche che hanno riguardato l’offerta complici il COVID (che ha interrotto la catena degli approvvigionamenti soprattutto per il settore dei microchip e a cascata su tutti i settori interessati) e per ultimo il conflitto bellico in Ucraina.
Questi fattori hanno portato ad un aumento delle materie prime provocato alla fonte che non è provenuto quindi dalla domanda ovvero da una economia in salute.

Di fatto comunque ci troviamo con una inflazione alle stelle e, per rispondere al loro mandato, le banche centrali (in particolare la FED) stanno procedendo ad un aumento molto veloce dei tassi di interessi che in questa circostanza può provocare un serio rischio di recessione.
Tuttavia, provenendo da un periodo di tassi a zero, queste azioni sembrano essere più tecniche che sostanziali sapendo che in questa situazione un aumento dei tassi potrebbe provocare con elevata probabilità una recessione.
Di conseguenza aumentando i tassi le banche centrali si riservano la possibilità di tagliarli in un prossimo futuro.
I contratti futures scontano già un taglio dei tassi a partire dalla seconda metà del 2023 come illustrato dal grafico qui riportato.



Cosa significa questo per le quotazioni dell’oro?
In uno scenario di questo tipo caratterizzato da incertezza, probabile recessione economica e addirittura una repentina revisione dei tassi nel giro di pochi mesi sono tutti elementi che saranno di sicuro sostegno alle quotazioni del metallo giallo.
Per le ragioni sopra esposte riteniamo che l’attuale contesto storico debba essere sfruttato per incrementare o prendere posizione sull’oro anche perché da un punto di vista tecnico la volatilità dell’oro, come spiegato nei precedenti articoli, continua a rimanere bassa e pertanto favorevole ad un suo incremento dei prezzi.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
e sarai sempre aggiornato sulle tendenze dell'asset che non ha mai deluso da 6000 anni a questa parte

CRM form will load here
Utilizziamo i cookie
Preferenze sui cookie
Di seguito puoi trovare informazioni sugli scopi per i quali noi e i nostri partner utilizziamo i cookie ed elaboriamo i dati. Puoi esercitare le tue preferenze in merito al trattamento e/o visualizzare i dettagli sui siti web dei nostri partner.
Cookie analitici Disattiva tutto
Cookie funzionali
Other cookies
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità social e analizzare il nostro traffico. Ulteriori informazioni sulla nostra politica per i cookie.
Modifica preferenze Accetta tutto
Cookies